Menu

Offerta anomala ed esclusione automatica

Offerta anomala ed esclusione automatica

In data 15/12/2016, con sent. n. 1240, il Tar di Genova si è pronunciato circa la legittimità dell'esclusione automatica in caso di offerta anomala.

La regola generale introdotta dal legislatore, allo scopo di uniformarsi al chiaro indirizzo da tempo enunciato dalla Corte di giustizia, impone alle stazioni appaltanti di assoggettare le offerte sospettate di anomalia – individuate ora attraverso il meccanismo di cui al nuovo art. 97 cit - ad un giudizio che investa la loro attendibilità e serietà, ossia che accerti la reale possibilità dell'impresa di eseguire correttamente l'appalto alle condizioni proposte.

Allo scopo di evitare che la verifica di anomalia possa riguardare un numero di offerte così elevato da eccedere la capacità di intervento dell'amministrazione, è consentito alle stazioni appaltanti di ricorrere al meccanismo dell'esclusione automatica.

Tuttavia, trattandosi di meccanismo che limita il confronto concorrenziale e incide potenzialmente sulla par condicio delle imprese partecipanti, la stazione appaltante può legittimamente intraprendere la procedura di esclusione automatica, unicamente a condizione che lo faccia risultare dal bando in modo inequivoco, ossia con riferimento palese a tale disposizione.

(Tar Genova, sent. n. 1240 del 15/12/2016)

In allegato la sentenza di cui in argomento.

Centro Studi- Sanitappalti.com - Grizzaffi Management Srl

Riproduzione Riservata 

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter:
clicca subito qui
Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui sociali:
Facebook e Twitter

 

 

Ultima modifica ilMartedì, 27 Dicembre 2016 09:58
Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO